La prossima spedizione di vino si svolgerà durante l'ultima settimana di agosto.*
Per qualsiasi urgenza, non esitate a contattarci.
*Spedizione Chronoviti disponibile

L'annata 2019 a Bordeaux

Un'annata molto promettente per l'enologo

Quantità, freschezza, maturità, concentrazione, zuccheri e acidità: a Bordeaux, il 2019 riunisce tutte le qualità di un'ottima annata.

Grandi vini Bordeaux “en primeur” per il 2019: qualità e quantità come ricompensa per un'annata impegnativa

Dopo la difficile ma buona annata 2017 e l'incredibile annata 2018, anche l'ottima annata 2019 ha messo alla prova i nervi dei viticoltori. Anno segnato da contrasti climatici estremi, il 2019 è stato caratterizzato da un'estate con temperature torride. All'inizio di settembre, il ritorno della freschezza e dell'umidità ha permesso di garantire la serenità della vendemmia con una spiccata maturità.

Frutto di un anno eccezionale in 9, i vini Bordeaux “en primeur” 2019 evidenziano così un'annata da “viticoltore”, che ha richiesto un'attenzione costante e un instancabile lavoro in vigna per reagire efficacemente ai rischi climatici e ai capricci della terra. Come mai prima d'ora, l'annata 2019 mette in luce l'esperienza dei viticoltori, la loro capacità di migliorare la vendemmia dell'anno senza nascondere l'identità del territorio e lavorando con la natura.

Quantità, freschezza, maturità, concentrazione, zuccheri e acidità: a Bordeaux, il 2019 riunisce tutte le qualità di un'ottima annata. Sulla riva sinistra e sulla riva destra, nonché per i vini liquorosi di Barsac o Sauternes, i vini Bordeaux “en primeur” 2019 sono notevoli.

Sulla riva sinistra, nell'intero Médoc; da Pauillac a Saint-Estèphe passando per Saint-Julien e Margaux, i vini Bordeaux “en primeur” 2019 si distinguono per la rotondità e il frutto pieno del Merlot mentre il Cabernet-Sauvignon mostra una superba complessità e una grande freschezza sia a livello aromatico che in bocca. Strutturati, i tannini hanno comunque una notevole finezza mentre l'acidità garantisce una longevità eccezionale in cantina per i più pazienti.

Sulla riva destra, da Saint-Emilio a Pomerol, i vini di Bordeaux “en primeur” del 2019 offrono un'ottima definizione dei terreni calcarei e argillosi-calcarei con un elegante Cabernet Franc e portano una grande tensione. Il Merlot è pieno di fascino e voluttà, senza essere pesante. I vini liquorosi di Sauternes e Barsac sono notevoli per la loro freschezza, gusto fruttato e acidità con un buon equilibrio. Infine, i vini Bordeaux bianchi secchi “en primeur” 2019 sono eccezionali e superano addirittura alcuni dei grandissimi 2018 grazie alla loro freschezza aromatica e all'elevata acidità in bocca.

È innegabile: i vini Bordeaux “en primeur” 2019 saranno bottiglie molto belle che avranno un posto speciale nella cantina degli amanti dei grandi vini di Bordeaux. I vini “en primeur” vengono generalmente messi in vendita da aprile per alcune etichette bordolesi ma nel particolare contesto che conosciamo, il lancio sarà ritardato…