Vi offriamo le spese di trasporto per il vostro primo ordine con il codice* BENVENUTO *non riguarda i vini in primeurs, offerta riservata ai nuovi clienti

L’annata 2015 a Bordeaux

Prime impressioni

Poco dopo l'inizio delle vendemmie, l’annata 2015 a Bordeaux creava già il buzz. Dopo tre anni di condizioni sfavorevoli (2011, 2012 e 2013), il miglioramento si era già fatto sentire nel 2014, e sembrerebbe che la grande regione viticola di Bordeaux sia pronta a ricordare a tutti gli amanti del vino del pianeta come ha saputo prendere un posto unico nei loro cuori e nei loro palati

La nascita di un grande millesimo…

La regione di Bordeaux, situata al limite settentrionale delle migliori regioni viticole produttrici di vini rossi, richiede estati calde per poter dare la nascita a ottime annate. I mesi di maggio, giugno e luglio 2015 hanno registrato temperature ed una siccità record. L’annata 2015 è comparabile al 2009, in particolare per quanto riguarda l’invaiatura anticipata delle uve (il cambiamento di colore delle baie). Lo sforzo idrico permette infatti di cominciare il processo di maturazione all'inizio del mese di luglio e di arrivare alla fase dell’invaiatura alla fine del mese d'agosto. Nel 2015, tutte le uve erano già rosso-violacee alla metà d'agosto. La pioggia era la benvenuta ad agosto, rafforzando le uve sul cammino della maturità

" Era da qualche anno che non si vedeva un millesimo così grandioso a Bordeaux... "

Olivier Bernard, Presidente dell’Union des Grands Crus de Bordeaux e Presidente del Domaine de Chevalier,

1.1.3