lafite-rotschild_1033.jpg
+ / - Passare sull'immagine per eseguire zoom
Altre viste
Altre viste

Château Lafite-Rothschild 2005

Bordeaux - Pauillac - Rosso - 13° Château Lafite-Rothschild Château Lafite-Rothschild 2005 1033/05
  • Parker : 96
  • J. Robinson : 18

Pauillac Premier Cru classé 2005 Bordeaux

In quest'annata di grandi Cabernet Sauvignon e Petit Verdot, l'aspetto del Pauillac Lafite-Rothschild 2005 dello Château Lafite-Rothschild assume un carattere che rivela profondità e intensità cromatica. Il naso è intenso, delicato e raffinato e ha una grande complessità con un rilevante aroma fruttato ed è, per definizione, ampio. Il palato è deciso, dritto dall'attacco al finale. Si è sopraffatti, letteralmente trasportati, da questo torrente di sensazioni e di complessità. Al centro della bocca aumenta la potenza, che va crescendo con lo spessore della struttura, della consistenza e della potenza del gusto. Questo Pauillac Premier Cru Classé di Bordeaux ha la classe delle grandi bottiglie. La potenza del finale precede una bella lunghezza con una notevole densità e una rara eleganza che inscrivono il Pauillac Premier Cru classé Lafite-Rothschild 2005 nel pantheon dei grandi vini, importanti in un decennio come in un secolo.

Wine Advocate-Parker :
Having tasted the 2005 Château Lafite-Rothschild several times both blind and non-blind, it comes across as a First Growth politely requesting more time to settle. Here, from an ex-château bottle tasted in Bordeaux, it delivers that graphite, pencil-box bouquet that unfurls gradually in the glass, biding its time, graceful but not intense. Parallel to some of its fellow 2005s, it is developing a little more spice, namely thyme and sage, than I recall. The palate is medium-bodied and beautifully balanced, to wit, a sophisticated Pauillac that priorities elegance and poise over intensity of fruitùin keeping with Lafite Rothschild's style. You come away with the sense that it will take its time and decline, giving away a great deal in its primacy, even if it is still more approachable than the 2005 Latour for example. Therefore, I would be inclined to set this aside for several more years. Tasted November 2014.
Prezzi scontati
€ 1.602,19
Declinaison:
Il prezzo del prodotto può essere aggiornato in base alla selezione
  • b_cb_12
  • c_cb_6
  • d_cb_3
  • e_cb_1
  • g_cb_1
  • wc_wcl_1
EUR 7330.0 Millesima In stock

Château Lafite-Rothschild, come ogni anno, tutti i vini che Millésima vi propone furono comprati direttamente nella proprietà.

Pauillac Premier Cru classé 2005 Bordeaux

In quest'annata di grandi Cabernet Sauvignon e Petit Verdot, l'aspetto del Pauillac Lafite-Rothschild 2005 dello Château Lafite-Rothschild assume un carattere che rivela profondità e intensità cromatica. Il naso è intenso, delicato e raffinato e ha una grande complessità con un rilevante aroma fruttato ed è, per definizione, ampio. Il palato è deciso, dritto dall'attacco al finale. Si è sopraffatti, letteralmente trasportati, da questo torrente di sensazioni e di complessità. Al centro della bocca aumenta la potenza, che va crescendo con lo spessore della struttura, della consistenza e della potenza del gusto. Questo Pauillac Premier Cru Classé di Bordeaux ha la classe delle grandi bottiglie. La potenza del finale precede una bella lunghezza con una notevole densità e una rara eleganza che inscrivono il Pauillac Premier Cru classé Lafite-Rothschild 2005 nel pantheon dei grandi vini, importanti in un decennio come in un secolo.

Wine Advocate-Parker :
Having tasted the 2005 Château Lafite-Rothschild several times both blind and non-blind, it comes across as a First Growth politely requesting more time to settle. Here, from an ex-château bottle tasted in Bordeaux, it delivers that graphite, pencil-box bouquet that unfurls gradually in the glass, biding its time, graceful but not intense. Parallel to some of its fellow 2005s, it is developing a little more spice, namely thyme and sage, than I recall. The palate is medium-bodied and beautifully balanced, to wit, a sophisticated Pauillac that priorities elegance and poise over intensity of fruitùin keeping with Lafite Rothschild's style. You come away with the sense that it will take its time and decline, giving away a great deal in its primacy, even if it is still more approachable than the 2005 Latour for example. Therefore, I would be inclined to set this aside for several more years. Tasted November 2014.
Aggiungi al carrello