10% di sconto aggiuntivo su due cuvée di Charles Heidsieck con il codice * : MILLEPH *Offerta valida su una selezione di vini : Charles Heidsieck Blanc de Blancs e Brut Réserve
Chiudi
Prodotti (5)

Château Lanessan

Château Lanessan image
La vigna di Lanessan appartiene, dal 18esimo...
Disponibile in consegna
Parker
88 / 100

300 € IVA inclusa1 Imperiale (6l) |
Disponibile in consegna
Parker
89-91+ / 100
J. Suckling
92-93 / 100

190 € IVA inclusaUna cassa di 6 Magnum (1,5l) | 31,67 € / Unità
Disponibile in consegna
J. Suckling
88 / 100

205 € IVA inclusaUna cassa di 12 Bottiglie (75cl) | 17,08 € / Unità
Disponibile in consegna
Parker
88 / 100
J. Suckling
89-90 / 100

155 € IVA inclusaUna cassa di 12 Bottiglie (75cl) | 12,92 € / Unità
Primeur
Parker
89-91 / 100
J. Suckling
92-93 / 100

124,32 € IVA esclusaUna cassa di 12 Bottiglie (75cl) | 10,36 € / Unità
Filtri

Prezzo

Da
a

Château Lanessan, vino rosso dell’Haut-Médoc in una cornice affascinante

Château Lanessan, un grande nome dell’Haut-Médoc, sulla riva sinistra di Bordeaux, erede di una tradizione famigliare lunga otto generazioni. Savoir-faire bordolese in un luogo magico.

Château Lanessan, qualche data lungo una storia iniziata più di due secoli fa a Bordeaux

Otto generazioni si sono succedute alla testa di Château Lanessan, fin dal XVIII secolo, dal momento in cui la famiglia Bouteiller lo acquisisce. Da allora molto si è fatto per favorire la qualità dei vini realizzati, l’espressione del terroir e il rispetto dell’ambiente.

 

Chateau Lanessan
© Château Lanessan

 

Quando Jean Delbos, negoziante di vino a Bordeaux, acquista la proprietà nell’Haut-Médoc nel 1793, essa si estende su 24 ettari di vigne. Nel 1878 i lavori di costruzione dell’attuale castello si concludono. Nella stessa opera viene inclusa la costruzione della cantina di vinificazione. È grazie a Jean Bouteiller (il nome della famiglia cambia in seguito al matrimonio dei suoi genitori, Marie-Louise Delbos e Étienne Bouteiller), negli anni ’60 del secolo successivo, che la superficie della tenuta si estende fino a 80 ettari. Il 1999 è invece l’anno di nascita del secondo vino della proprietà, Les Calèches de Lanessan.

Nel 2000 un sistema di termoregolazione viene installato in tutti i tini di vinificazione. A partire dal 2004 Eric Boissenot, diventa l’enologo consulente di Château Lanessan, prendendo il testimone da suo padre. Con lui si avverte un cambiamento netto nella qualità dei vini della tenuta, che si fanno più moderni, eleganti e rappresentativi del terroir di graves. È nel 2009 che alla proprietà arriva Paz Espejo, in qualità di direttrice. Diversi cambiamenti vengono effettuati dalla vigna alla cantina, sotto la sua direzione, in termini di analisi e aratura dei suoli, sfogliatura, maturità, vinificazioni, affinamenti…

 

Chateau Lanessan
© Château Lanessan

              

Nel 2011 Château Lanessan aderisce al Sistema di Gestione Ambientale lanciato dal CIVB, allo scopo di mettere in atto una viticoltura sostenibile e rispettosa dell’ambiente. Nel 2014 il domaine ottiene la certificazione Haute Valeur Environnementale 3, la più alta al giorno d’oggi, che riconosce l’applicazione di buone pratiche di sfruttamento. Dal 2015 Hubert de Boüard, proprietario di Château Angélus, apporta la sua expertise grazie ad avveduti consigli.

 

Chêteau Lanessan, viticoltura e architettura si incontrano in un luogo magico

La proprietà di Château Lanessan si sviluppa su 80 ettari, di cui 45 ettari sono dedicati alla coltura della vite. Il vigneto si trova sul comune di Cussac-Fort-Médoc, vicinissimo a Saint-Julien, nella denominazione Haut-Médoc. Uno terroir migliori della riva sinistra di Bordeaux.

 

Chateau Lanessan
© Château Lanessan

 

Estesa da est a ovest, la tenuta si trova su un terreno di graves della Garonna profonde. Si tratta dei famosi ciottoli, trasportati dal fiume e depositati sulle sue sponde nelle ere passate. Questi costituiscono un suolo eccezionale per la vigna. Infatti, immagazzinando il calore dei raggi solari durante il giorno, hanno la proprietà di rilasciarlo gradualmente durante la notte e rifletterlo quindi sulle piante.

Le vigne di Château Lanessan hanno un’età media di 30 anni e sono costituite per il 60% da ceppi di Cabernet Sauvignon, 35% Merlot, 4% Petit Verdot e 1% di Cabernet Franc. Il vigneto è circondato da 145 ettari di foresta, dove diverse specie di alberi concorrono a creare una bella biodiversità.

 

Chateau Lanessan
© Château Lanessan

 

A Lanessan la magia delle vigne incontra quella di un magnifico esempio di architettura neoclassica. Il castello si trova in cima alla proprietà, attorniato da un grande parco all’inglese di 8 ettari. Lo stile dell’edificio si rifà all’architettura anglosassone della fine del XIX secolo e rappresenta, insieme con le stalle adiacenti, il grande capolavoro del bordolese Herni Duphot. Un vero paradiso in terra per gli appassionati, in quanto castello, parco e stalle, al cui interno si trova anche un museo, sono tutti visitabili.

 

Château Lanessan, il grand vin della proprietà

AOC Haut-Médoc oblige, l’assemblaggio del grand vin di Château Lanessan mette in primo piano il Cabernet Sauvignon (52%). Il blend di questo ben strutturato vino rosso è accompagnato da Merlot (42%) e Petit Verdot (6%).

 

Chateau Lanessan
© Château Lanessan

 

Dopo una vendemmia meccanica, le uve passano attraverso una cernita ottica. Sono poi oggetto di fermentazioni in tini di cemento termoregolati. Rimontaggi, tempi di macerazione, délestages vengono adattati all’annata e all’uva raccolta.

Château Lanessan è un vino rosso rubino, dal naso complesso ed elegante. I tannini potenti costituiscono una robusta spina dorsale. Uno di quei vini rossi di Bordeaux che si possono dimenticare in cantina per decenni, per poi riscoprirlo un giorno all’apice della sua evoluzione.

1.1.3