Vi offriamo le spese di trasporto per il vostro primo ordine con il codice* BENVENUTO *non riguarda i vini in primeurs, offerta riservata ai nuovi clienti

Millésima x Palmer
I segreti di un’ icona di Margaux

Sulla strada dei castelli che percorrono il Médoc si innalza la sua linea maestosa nota agli appassionati di tutto mondo… Con la sua straordinaria architettura Château Palmer fa parte delle proprietà emblematiche della denominazione Margaux. Per scoprire i segreti di questa tenuta iconica, Château Palmer ha aperto le sue porte a Millésima e ti offre l'opportunità di vivere pienamente l'esperienza Palmer, degustando al termine della visita, annate rare e straordinarie. Con Millésima x Palmer entra nella leggenda di un'icona di Margaux...

Château Palmer dal 1814 ad oggi, l'eredità di una proprietà storica di Margaux

Nel 1814, il Tenente colonnello Charles Palmer acquista la tenuta di Gascq, nota dall'inizio del XVIII per i suoi straordinari vini. Dinamico e ambizioso, Charles Palmer si impegnerà ad abbellire la proprietà per quasi 30 anni prima di lasciarle il suo nome. Le famiglie Mähler-Besse e Sichel porteranno poi lo Château Palmer all'apice dei prestigiosi cru bordolesi. Dal 2004, lo Château Palmer è diretto dal talentuoso e appassionato Thomas Duroux che si adopera senza tregua per mantenere il vigneto al suo miglior livello iniziando al contempo una transizione senza precedenti verso una viticoltura sostenibile e rispettosa dell'ambiente. Oggi, lo Château Palmer è al massimo del suo splendore sulle terre di Margaux.

elipse-noire
grand-millesime

Entra nella storia delle grandi annate di Château Palmer…

Lo Château Palmer ci apre eccezionalmente le porte della sua cantina invitandoci in esclusiva ad entrare nella storia dei grandi vini d'annata della proprietà… Fai un salto nel passato, degustando prestigiosi vini d'annata che hanno fatto la leggenda dei grandi cru di Bordeaux… 1983, 1989, 1990, 1995, 1999 o ancora 2000, 2005 e 2008…. Grandi annate che hanno entusiasmato gli appassionati di Margaux di tutto il mondo e in cui Château Palmer ha brillato. La storia di Château Palmer è caratterizzata anche da due vini pregiati che sottolineano la sua singolarità rispetto agli altri cru del Médoc.

bottleChâteau Palmer 1983

Un mito a Margaux

Tempo, giusto in tempo. Il 1983 ha beneficiato di condizioni climatiche ideali per ogni ciclo di sviluppo della vite: caldo e secco in giugno per la fioritura, un'ondata di caldo all'inizio dell'estate al momento dell'invaiatura, e caldo e secco di nuovo in settembre quando le uve erano completamente mature. Alla fine, livelli di zucchero paragonabili a quelli del 1982 e tannini molto maturi.

Aggiungi al carrello
bottleChâteau Palmer 1989

Il brio dei grandi precoci

Caldo davanti. Nel 1989, a maggio, la vigna era in fiore; giugno, luglio e agosto si sfidavano in calore. Le viti sudano, l'uva si concentra. La prima annata del secolo promette di essere grandiosa. Ancora più abbagliante del 1982.

Aggiungi al carrello
bottleChâteau Palmer 1990

Nato sotto illustri auspici

Il tempo delle promesse. In questo anno 1990, tutto fa pensare che questo Palmer sarà grande. Da un lato, due grandi vini l'hanno preceduta. D'altra parte, l'estate è stata particolarmente calda, anche tropicale in agosto. Mai visto dal 1982 e, prima ancora, dal 1949 e 1947. Tre annate illustri...

Aggiungi al carrello
bottleChâteau Palmer 1995

Le promesse della modernità

Col tempo, tutto passa. Non una nuvola sull'estate di questa annata. Appena qualche pioggia e un pizzico di freschezza a settembre. Il risultato? Una vendemmia effettuata a maturazione ottimale e, di fatto, un vino di grande ricchezza aromatica.

Aggiungi al carrello
bottleChâteau Palmer 1996

Un'annata di grande raffinatezza

I Cabernets. Dopo una lenta e regolare maturazione, sono loro che quest'anno raggiungono una concentrazione eccezionale: Sauvignon e Franchi firmano così un vino particolarmente denso, speziato, complesso. Una grande annata.

Aggiungi al carrello
bottleChâteau Palmer 1998

Un merlot d'annata firmato

Un classico. No o poca nuvola su questa annata. Letteralmente e figurativamente. A parte qualche pioggia a settembre, le uve hanno beneficiato di un clima caldo e secco, ideale per raggiungere una maturazione ottimale.

Aggiungi al carrello
bottleChâteau Palmer 1999

Un'annata piena e ricca

Concentrazione. Ben oltre le aspettative nutrite da un clima favorevole, le uve dei nostri appezzamenti si sono concentrate con una rara intensità. Mai prima d'ora i Cabernets-Sauvignons avevano raggiunto un così alto contenuto di zucchero. L'annata sta riscuotendo tutto l'effetto!

Aggiungi al carrello
bottleChâteau Palmer 2000

Il potente fascino della maturità

Guardia. Questa è la caratteristica principale di questa annata. Da metà luglio, il tempo secco e bello ha permesso alle uve di maturare lentamente, sicuramente. La loro qualità, unita a tannini maturi e sostenuti da una sufficiente acidità, ha prodotto un grande Margaux con un potenziale di invecchiamento molto lungo.

Aggiungi al carrello
bottleChâteau Palmer 2005

Una siccità storica per un'annata eccezionale

Guardia. Questa è la caratteristica principale di questa annata. Da metà luglio, il tempo secco e bello ha permesso alle uve di maturare lentamente, sicuramente. La loro qualità, unita a tannini maturi e sostenuti da una sufficiente acidità, ha prodotto un grande Margaux con un potenziale di invecchiamento molto lungo.

Aggiungi al carrello
bottleChâteau Palmer 2008

Un'annata che ha fatto molta strada

Risorto dalla morte, quest'annata ha fatto molta strada. Il difetto sta nelle condizioni climatiche fresche e umide da metà marzo a fine giugno. Fortunatamente, "dopo la pioggia, il bel tempo". Abbastanza da permettere alle ultime uve di raggiungere lentamente la maturità...

Aggiungi al carrello
bottleHistorical XIXth
Century Wine / 20.06

Nel XXI secolo, Château Palmer ha fatto rivivere un'antica tradizione praticata dai grandi castelli bordolesi: quella di "hermitager" i vini, ossia di mescolarli con un Tain l'Hermitage. È nata, così, la produzione Historical XIXth Century Wine Questo cru d'eccezione è il risultato dell'unione del vino di Palmer e di un grande vino delle Côtes du Rhône settentrionali. Un vino decisamente storico!

Aggiungi al carrello
Vin Blanc de Palmer 2018
Vin Blanc de Palmer 2018

un'annata confidenziale da scoprire

Fino agli anni '30, lo Château Palmer ha conservato un'usanza tipica del Médoc: la produzione di qualche botte di vino bianco riservata esclusivamente al consumo dei proprietari. Quest'usanza si è persa a poco a poco, ma alla fine degli anni '90 due bottiglie di Palmer bianco, risalenti all'annata 1925, sono state ritrovate nelle cantine del castello. Da allora, lo Château Palmer ha deciso di far rivivere questa tradizione piantando muscadelle, sauvignon grigio e loset, i vitigni bianchi emblematici della regione di Bordeaux. Dal 2007, il vino bianco dello Château Palmer è prodotto in quantità molto limitata e solo per qualche raro iniziato. Con Millésima x Palmer, cogli l'opportunità unica di scoprire questo vino bianco raro del Médoc…

Aggiungi al carrello
biodynamie

Château Palmer
una tenuta biodinamica al 100% Margaux

Proprio perché non vi sono grandi viticolture senza il rispetto della vite e di tutto l'ambiente circostante, lo Château Palmer si è imposto molto presto come uno dei pionieri della denominazione Margaux scegliendo per la sua tenuta, un'agricoltura biodinamica. La proprietà segue l'idea secondo la quale un vigneto è un organismo che vive in armonia con l'ambiente circostante ed è per natura autonomo ed equilibrato. L'obiettivo, perciò, è prendersi cura della pianta aiutandola a sviluppare il suo sistema immunitario per farla diventare più resistente.

biodynamie
biodynamie

Allo Château Palmer, questa volontà di rispettare l'ambiente, la vigna così come gli uomini e le donne che lavorano ogni giorno nel vigneto, si è concretizzata nella scelta d'iniziare una transizione verso l'agricoltura biodinamica. Così, dal 2009, un ettaro di vigneto è stato coltivato applicando i principi dell'agricoltura biodinamica. Nel 2013, la proprietà era riuscita a coltivare 33 ettari di vigne sebbene fosse stata un'annata con un tempo piovoso e capriccioso. Nonostante tutto, i risultati hanno superato le aspettative sperate e, dal 2014, la storia dell'intero vigneto dello Château Palmer e della tenuta segue un approccio biodinamico.

Château Palmer

un vitigno in perfetta osmosi con la natura e la biodiversità.

brebisvachevachebrebis

Molto presto, gli effetti dell'agricoltura biodinamica hanno influito positivamente sulla vita del vigneto dello Château Palmer. Gli uccelli e gli insetti hanno fatto il loro ritorno grazie alle diverse erbe e piante presenti nei filari di viti. La vita microbica dei suoli si è significativamente rafforzata così come la loro ossigenazione. Rispettare l'ecosistema nella sua interezza, tutelare e abbellire il grande territorio di Margaux ispirandosi al buon senso paesano... questa era la scommessa di Château Palmer. Una scommessa riuscita, per la gioia di tutti gli appassionati della proprietà...

Focus sulle pecore dello Château Palmer

Questa ricerca volta alla tutela della biodiversità è andata ancora più lontano con la decisione di lasciar pascolare un intero gregge di 190 pecore delle Lande nelle parcelle delle vigne. Da inizio novembre a fine marzo, quando la vite entra nella fase della dormienza e si riposa, gli ovini fanno il loro lavoro. Muovendosi da una parcella all'altra, le pecore brucano l'erba e ne regolano la crescita. Favoriscono la ricchezza e la diversità dell'inerbimento. L'apporto di materiale azotato fertilizza naturalmente i suoli. Come un giardino e grazie alla loro azione, la vite si mantiene naturalmente.

La reintroduzione delle vacche di razza Bordelaise allo Château Palmer

Nel 2014, lo Château Palmer ha deciso di reintrodurre una razza di vacche quasi estinta nella regione di Bordeaux. Un piccolo salto nel passato: nel XIX secolo, i castelli bordolesi possedevano una mandria di vacche che aveva due finalità principali: fornire il latte e il compost per il vigneto. Questi bovini rustici dal mantello bianco e nero, erano di razza Bordelaise. Destinata ad estinguersi, la razza Bordelaise è stata salvata grazie all'azione del Conservatorio delle razze d'Aquitania. Lavorando in stretta collaborazione con quest'organismo, lo Château Palmer ha reso omaggio a questa razza bovina con 3 vacche che sono state accolte nella tenuta. La mandria conta oggi una decina di vacche. Oltre all'intento di preservare la specie, queste vacche di razza Bordelaise sono una fonte di compost permanente per fertilizzare le viti e la tenuta dello Château Palmer. Così, si chiude l'anello...

palmer-cuisine

Seiji Nagayama 

Seiji Nagayama: lo chef dello Château Palmer e il suo straordinario orto

Nelle cucine dello Château Palmer scopriamo uno dei segreti meglio custoditi della dimora. Nato in Giappone, Seiji Nagayama ha trasformato l'orto di Palmer in un terreno da gioco. Formatosi presso i più grandi cuochi, come lo chef Joël Robuchon e al Bristol di Parigi, la sua creatività e la sua sottile lama hanno trovato nell'orto dello Château Palmer il luogo ideale per valorizzare con brio ogni suo piatto. Grazie a lui, santoreggia, maggiorana, altea, issopo, ruta comune, achillea, rucola selvatica o elicriso dolce-amaro (helichrysum italicum) si trasformano per armonizzarsi a meraviglia con i vini dello Château Palmer. Piacere degli occhi, piacere dei sensi... lo Château Palmer diventa così una vera ode alla vita, un luogo d'incontro, di gioia e di condivisione dove gastronomia e cultura del vino vanno a braccetto.

Seiji Nagayamapalmer-plat-cuisine
smartphone application

Segui la vita della tua bottiglia d'annata con l'applicazione mobile dello Château Palmer

Vivi un'esperienza unica di degustazione scoprendo la storia che si cela dietro ogni bottiglia di Château Palmer grazie all'applicazione mobile ufficiale della proprietà. Quest'applicazione, dedicata esclusivamente ai vini della proprietà, ti consentirà di scoprire la cantina del castello, di verificare l'autenticità della tua bottiglia, di commentare la degustazione grazie alle schede tecniche di ogni annata a tua disposizione. Potrai inoltre ottenere consigli sul servizio o suggerimenti sugli abbinamenti cibo-vino dello chef Seiji Nagayama per creare un connubio perfetto tra il tuo vino Château Palmer e i piatti cucinati. Dalla scoperta alla degustazione, quest'applicazione mobile ti guiderà passo dopo passo, per vivere un'esperienza inedita.

smartphone application App Store smartphone application Play Store
1.1.3