TrustMark
4.69/5

Gómez Cruzado

Produttore iconico tra i più antichi della Rioja, la Bodega Gómez Cruzado è stata fondata nel 1886. Situata vicino alla stazione di Haro, capitale della Rioja Alta, la Bodega Gómez Cruzado...Mostra di più

Prodotti (9)
Gomez Cruzado : Honorable 2016
Uno sconto del 40% sulla 2a cassa
195 € IVA inclusa
32,50 € / Unità
RP
92
Gomez Cruzado : Reserva 2014
140 € IVA inclusa
23,33 € / Unità
Gomez Cruzado : Montes Obarenes 2018
315 € IVA inclusa
52,50 € / Unità
RP
93
Gomez Cruzado : Cerro Las Cuevas 2017
265 € IVA inclusa
44,17 € / Unità
Gomez Cruzado : Montes Obarenes 2017
260 € IVA inclusa
43,33 € / Unità
RP
90
JR
17
Gomez Cruzado : Reserva 2012
135 € IVA inclusa
22,50 € / Unità
RP
90-91
Gomez Cruzado : Honorable 2015
153 € IVA inclusa
25,50 € / Unità
RP
91
JS
94
JR
17
Gomez Cruzado : Cerro Las Cuevas 2015
250 € IVA inclusa
41,67 € / Unità
Gomez Cruzado : Cerro Las Cuevas 2019
240 € IVA inclusa
40 € / Unità

Gómez Cruzado, una bodega nel Barrio de la Estación, ad Haro

Da più di un secolo Gómez Cruzado produce vini ad Haro. Una “bodega boutique” spagnola, tra le più antiche della Rioja, che crede nel rispetto del tradizionale know-how, ma con uno sguardo rivolto al futuro.

Gómez Cruzado, una bodega storica della Rioja

Nel 1886 D. Ángel Gómez de Arteche, un nobile messicano legato al ducato di Moctezuma di Tultengo, inizia a elaborare vini nel Barrio de la Estación, ad Haro. La città di Haro conosce un grande successo a partire dall’inaugurazione della linea ferroviaria Toledo-Bilbao nel 1863, nata per facilitare il commercio del vino tra Francia e Spagna. Nel quartiere intorno alla stazione iniziano a sorgere quindi una serie di cantine in cui vengono elaborati e imbottigliati vini che, grazie alla posizione strategica, sono pronti per essere spediti in Spagna e all’estero.

La storia viti-vinicola della Rioja è intrinsecamente legata a quella di Bordeaux. Quando il vigneto francese viene colpito dall’epidemia di oidio prima e dala fillossera poi, verso la metà del XIX secolo, moltissimi viticoltori bordolesi si trasferiscono in Spagna, in particolare nella Rioja. È in questo periodo infatti che il savoir-faire bordolese (la maturazione del vino in barrique è l’elemento più eclatante) viene assorbito nelle vinificazioni della Rioja e diventa parte integrante dello stile locale. Oggi la Rioja, insieme al Priorat, si trova al più alto livello nella classificazione delle regioni viticole spagnole, la DOCa (Denominación de Origen Calificada).

In questo contesto nasce e si sviluppa la bodega che nel 1916 viene acquistata da D. Agustín y D. Jesús Gómez Cruzado, il quale dona a questo punto il nome alla cantina. Dopo la successione di una serie d’investitori, si trova ora ad essere di proprietà della famiglia Baños, con origini della Rioja. Ciò ha riportato una volta per tutte il carattere famigliare alla bodega. Dal 2008 il duo di giovani enologi e tecnici viticoli, formato da David González e Juan Antonio Leza, dapprima in qualità di consulenti poi come partner e manager ha portato una ventate di aria fresca.

 

Il vigneto di Gómez Cruzado

Situato tra la Rioja Alta e Alavesa, il vigneto controllato (ma non di proprietà) da Gómez Cruzado si estende su una cinquantina di ettari e si suddivide in tre zone ben definite: Alto Najerilla, Bajo Najerilla e Sierra Cantabria. La precisa e perfetta commistione delle uve provenienti dal centinaio di parcelle qui comprese dà vita a grandi vini, dalla personalità peculiare.

Le vigne nella Sierra Cantabria si trovano su suoli poveri, biancastri e di composizione argillo-calcarea, ben esposti al sole e fino a 750 metri di altitudine. Sono gli unici vigneti della Rioja a godere dell’influenze climatiche dell’oceano, essendo così vicini al confine naturale dove questo clima incontra quello mediterraneo.

Il paesaggio di Bajo Najerilla è formato da vecchie vigne di Tempranillo, coltivate su suoli sassosi alluvionali, a un’altitudine media di 500 metri. Il clima è abbastanza caldo e influenzato dal Mediterraneo, ciò che consente alle uve di raggiungere una grande maturità.

È la Garnacha, invece, ad essere la grande protagonista dell’Alto Najerilla, in vigne che possono raggiungere o superare gli 80 anni. Su suoli argillo-ferrosi con pendenze orientate a Nord, a un’altitudine di circa 750 metri, dove il clima è fortemente continentale, crescono uve che danno vini fruttati e dalla forte acidità.

 

Il know-how tradizionale della Rioja con uno sguardo sulla modernità

Nel 2005 sono terminati i lavori di rinnovamento della strumentazione della cantina di Gómez Cruzado. Ogni giorno vengono applicate le nuove tecniche e le moderne conoscenze nell’elaborazione di vini precisi e puri. Con una produzione annuale di 200.000 bottiglie, tutto il processo di vinificazione e la maturazione (la famosa crianza) sono concepiti per rispettare e valorizzare appieno il frutto e il territorio.

L’uva Tempranillo trova nei vinos finos di Gómez Cruzado la sua espressione più riuscita. Puro o accompagnato da Garnacha, Graciano, Mazuelo (Carignano) e Viura, come nella cuvée Honorable, prodotta solo nelle annate migliori e frutto delle vigne più antiche della proprietà. La maturazione in legno risulta in tutti i vini della bodega molto equilibrata e mai predominante negli aromi.

Dall’incontro di una filosofia votata al rispetto degli standard della Rioja e la volontà di esplorare la personalità di ogni vigna, nascono vini incentrati sul frutto, sottili, equilibrati e complessi. Finezza, eleganza e rotondità non mancano certo all’appello delle qualità di questi vini di Spagna di grande prestigio.

Consegna attenta nel packaging originale Consegna standard
Consigli personalizzati 800 781 725
Pagamento sicuro al 100%
Provenienza garantita Vini acquistati direttamente presso le proprietà
Qualità del servizio
4.69/5
Carte di pagamento
Località/regione, valuta e lingua
ItaliaItalia, EUR
Millésima
  • Chi siamo?
  • Lavora con noi
Seguiteci
Servizio Clienti
  • Carta regalo
  • Catalogo
Guida dei primeurs
  • Tutti i vini in primeurs
  • Perché comprare En Primeurs?
  • FAQ Primeurs
  • L'annata 2019 a Bordeaux
  • L'annata 2020 a Bordeaux
  • L'annata 2021 a Bordeaux
1.9.0