TrustMark
4.7/5
RP
96+
WS
96
JR
19.5
Dom Pérignon : Vintage Edizione Limitata Legacy 2008
Vini rari

Dom Pérignon : Vintage Edizione Limitata Legacy 2008

Grand cru -  - Bianco
Dettagli prodotto
360 € IVA inclusa
360 € / Unità
Scegliere la quantità e/o il formato
  • delivery truckConsegna gratuita a partire da 240€
  • lockPagamento sicuro al 100%
  • checkbox confirmProvenienza garantita
Carta d'identità di
Dom Pérignon : Vintage Edizione Limitata Legacy 2008

Uno champagne tributo già leggendario

La proprietà

Lo champagne Dom Pérignon deve il suo nome al famoso monaco e procuratore dell'abbazia di Hautvillers nel 1668, Pierre Pérignon, conosciuto come Dom Pérignon. Secondo la leggenda, Pierre Pérignon ha scoperto quello che è conosciuto oggi come il metodo champenoise. Per l'aneddoto, insegnò questo metodo nel 1669 al benedettino Thierry Ruinart, il che permise a Ruinart di diventare la prima maison di Champagne nel 1729. Dal 1° gennaio 2019, Vincent Chaperon è succeduto a Richard Geoffroy come Chef de Caves di Dom Pérignon.

Il vino

Descritta come un vero miracolo nello Champagne, l'annata 2008 è una delle annate leggendarie per l'iconica maison Dom Pérignon.

Già un'annata eccezionale, Dom Pérignon Vintage 2008 Chef de Cave Legacy Edition rende omaggio all'uomo che ha incarnato l'anima e la continuità dello stile Dom Pérignon per 28 anni, Richard Geoffroy. Il 1° gennaio 2019, dopo essere stato suo collaboratore dal 2005, Vincent Chaperon gli succederà e diventerà il nuovo Chef de Cave della prestigiosa maison di Champagne.

A causa della sua impressionante personalità, la maison di Dom Pérignon ha aspettato il momento giusto per svelare il Vintage 2008. Qui, in una scatola limitata che contiene lo stesso vino del Vintage 2008, Dom Pérignon Vintage 2008 Chef de Cave Legacy Edition entra in scena oggi rivelando l'espressione unica e singolare dell'anno 2008.

L’annata

In un decennio dal carattere solare e genoirso, il 2008 è stato segnato dai contrasti climatici che hanno punteggiato l'anno. Dopo mesi di tempo grigio, la vendemmia si è svolta in condizioni perfette con uve che hanno raggiunto uno stadio di maturità ottimale. Purezza aromatica, acidità, precisione, tutte le condizioni erano soddisfatte per dare vita a un grande champagne.

Assemblaggio

Dom Pérignon Vintage 2008 Chef de Cave Legacy Edition è un assemblaggio di Pinot Noir e Chardonnay.

Degustazione

Olfatto

Luminoso e brillante, il bouquet di Dom Pérignon Vintage 2008 Chef de Cave Legacy Edition si apre con delicati profumi di fiori bianchi, note di agrumi e frutta a nocciolo, mentre anice e menta aggiungono un tocco di freschezza. L'aerazione fa emergere il carattere delle note speziate e tostate del Dom Pérignon Vintage 2008.

Gusto

È al palato che questo champagne eccezionale rivela la pienezza della sua personalità, mostrando una coerenza esemplare tra le note percepite al naso e la scoperta al palato. Il profilo del vino è lungo, pulito, vivace e caldo, rivelando la purezza del frutto. L'acidità tagliente fa evolvere il vino con armonia in bocca, segno di uno champagne perfettamente equilibrato. Le note minerali e affumicate persistenti sul finale si estendono con questo aroma delizioso. Fresco e caldo al tempo stesso, Dom Pérignon Vintage 2008 Chef de Cave Legacy Edition si abbinerà perfettamente a unioni di consistenze e sapori che evidenziano la sua audace dualità di carattere.

Champagne dal patrimonio inestimabile, che segna una tappa decisiva nella storia della maison, Dom Pérignon Vintage 2008 Chef de Cave Legacy Edition segna brillantemente il passaggio di testimone. Un simbolo di continuità, un'ambizione creativa, un omaggio a uno champagne già leggendario.

Critica
Dom Pérignon : Vintage Edizione Limitata Legacy 2008
badge notes
Parker
96+
100
badge notes
Wine Spectator
96
100
Wine Advocate-Parker :
The finest release of this iconic cuvée since the 1996 vintage, the 2008 Dom Pérignon wafts from the glass with an incipiently complex bouquet of Meyer lemon, green apple, dried white flowers and oyster shell, with only subtle hints of the smoky, autolytic aromas that have been such a prominent signature of recent releases. On the palate, the wine is medium to full-bodied, deep and complete, its notable flesh and amplitude controlled by incisive acids, with a youthfully exuberant but elegant mousse and a long, beautifully delineated finish. Considering the sheer size of this cuvée, it's a remarkable achievement and a fitting release with which to conclude Richard Geoffroy's tenure as chef de cave. Given the 2008's intensity and balance, I suspect purists will be anticipating later disgorgements with lower dosage and more time on the lees with particular enthusiasm. Tasted three times, with consistent results.
1.9.0