Sconto del 15% sulle tenute Marchesi Antinori con codice* - ANTINORI15 | Scoprite di più *Offerta valida fino al 03/01/2023, non cumulabile con altri codici promozionali o altre offerte in corso, non applicabile su prodotti “non soggetti a offerte” e “vini rari”.
TrustMark
4.68/5

Brunello di Montalcino

Il Brunello di Montalcino è uno dei vini rossi italiani più rinomati in Italia e nel mondo. Dal 1980 gode del massimo riconoscimento del sistema italiano, cioè la DOCG (Denominazione d’Origine...Mostra di più

Prodotti (73)
JS
94
WS
94
JR
16
San Felice : Brunello di Montalcino Campogiovanni 2016
275,00 € IVA inclusa
45,83 € / Unità
RP
93
JS
95
WS
93
Frescobaldi - Tenuta Castelgiocondo : Brunello di Montalcino 2016
350,00 € IVA inclusa
58,33 € / Unità
RP
94
JS
88
WS
93
Donatella Cinelli Colombini : Casato Prime Donne Brunello di Montalcino 2017
255,00 € IVA inclusa
42,50 € / Unità
RP
92
JS
93
WS
92
Castello Banfi : Brunello di Montalcino 2017
290,00 € IVA inclusa
48,33 € / Unità
RP
96+
JS
97
WS
94
Castello Banfi : Poggio all'Oro Riserva 2016
990,00 € IVA inclusa
165,00 € / Unità
RP
93+
JS
94
WS
93
Altesino : Montosoli 2011
495,00 € IVA inclusa
82,50 € / Unità
RP
94
JS
97
WS
95
Frescobaldi - Tenuta Castelgiocondo : Ripe al Convento 2016
700,00 € IVA inclusa
116,67 € / Unità
RP
94
JS
97
WS
94
Frescobaldi - Tenuta Castelgiocondo : Ripe al Convento 2015
695,00 € IVA inclusa
115,83 € / Unità
RP
92
JS
92
WS
89
San Felice : Brunello di Montalcino Campogiovanni 2017
270,00 € IVA inclusa
45,00 € / Unità
RP
94
JS
88
WS
93
Donatella Cinelli Colombini : Casato Prime Donne Brunello di Montalcino Prime Donne Selection 2017
370,00 € IVA inclusa
61,67 € / Unità
RP
94
JS
93
WS
95
Donatella Cinelli Colombini : Casato Prime Donne Brunello di Montalcino Riserva 2015
505,00 € IVA inclusa
84,17 € / Unità
RP
89
WS
95
JR
16
Altesino : Montosoli 2008
480,00 € IVA inclusa
80,00 € / Unità
RP
96
JS
97
WS
98
Altesino : Montosoli 2016
580,00 € IVA inclusa
96,67 € / Unità
RP
95
JS
98
WS
97
Altesino : Montosoli 2013
505,00 € IVA inclusa
84,17 € / Unità
RP
93
WS
98
JR
15.5
Altesino : Riserva 2012
550,00 € IVA inclusa
91,67 € / Unità
RP
94
WS
90
GV
91+
Donatella Cinelli Colombini : Casato Prime Donne Brunello di Montalcino Riserva 2013
495,00 € IVA inclusa
82,50 € / Unità
RP
96
JS
92
WS
92
Gianni Brunelli : Brunello di Montalcino 2017
580,00 € IVA inclusa
96,67 € / Unità
RP
96
JS
95
WS
94
Castello Banfi : Poggio all'Oro Riserva 2015
960,00 € IVA inclusa
160,00 € / Unità
RP
98
JR
17
GV
96
Il Marroneto : Brunello di Montalcino Selezione Madonna delle Grazie 2017
1.795,00 € IVA inclusa
299,17 € / Unità
RP
92
JS
97
WS
93
Frescobaldi - Tenuta Castelgiocondo : Ripe al Convento 2013
690,00 € IVA inclusa
115,00 € / Unità
RP
93
WS
93
JR
16
San Felice : Campogiovanni Il Quercione Riserva 2011
495,00 € IVA inclusa
82,50 € / Unità
RP
95+
JS
96
WS
95
Castello Banfi : Poggio alle Mura 2016
350,00 € IVA inclusa
58,33 € / Unità
RP
94
JS
94
WS
92
Casanova di Neri : Brunello di Montalcino 2015
373,00 € IVA inclusa
62,17 € / Unità
RP
92
San Felice : Campogiovanni Il Quercione Riserva 2009
480,00 € IVA inclusa
80,00 € / Unità
RP
96+
JS
97
WS
94
Castello Banfi : Poggio all'Oro Riserva 2013
880,00 € IVA inclusa
146,67 € / Unità
JS
96
WS
93
GV
92
San Felice : Campogiovanni Il Quercione Riserva 2015
510,00 € IVA inclusa
85,00 € / Unità
RP
94
JS
95
WS
92
Altesino : Brunello di Montalcino 2017
305,00 € IVA inclusa
50,83 € / Unità
RP
93
JS
95
WS
92
Castello Banfi : Poggio alle Mura 2017
345,00 € IVA inclusa
57,50 € / Unità
RP
93
JS
93
WS
90
Frescobaldi - Tenuta Castelgiocondo : Brunello di Montalcino 2017
323,00 € IVA inclusa
53,83 € / Unità
RP
98
JS
95
WS
96
Poggio di Sotto : Brunello di Montalcino Riserva 2015
1.920,00 € IVA inclusa
320,00 € / Unità
RP
94+
JS
91
WS
93
Casanova di Neri : Brunello di Montalcino 2017
395,00 € IVA inclusa
65,83 € / Unità
RP
92
WS
92
JR
15
Frescobaldi - Tenuta Castelgiocondo : Ripe al Convento 2012
695,00 € IVA inclusa
115,83 € / Unità
RP
97
JS
98
WS
96
Casanova di Neri : Tenuta Nuova 2013
Vini rari
780,00 € IVA inclusa
130,00 € / Unità
RP
95
JS
97
WS
95
Altesino : Montosoli 2012
510,00 € IVA inclusa
85,00 € / Unità
RP
94+
WS
89
JR
16.5
Altesino : Montosoli 2014
500,00 € IVA inclusa
83,33 € / Unità
RP
96
WS
96
JR
17.5
Castello Banfi : Vigna Marrucheto 2016
415,00 € IVA inclusa
69,17 € / Unità
RP
93
JS
94
WS
92
Argiano : Brunello di Montalcino 2017
330,00 € IVA inclusa
55,00 € / Unità
RP
90
JS
98
WS
92
Castello Banfi : Poggio all'Oro Riserva 2007
780,00 € IVA inclusa
130,00 € / Unità
RP
93
WS
93
JR
14.5
Castello Banfi : Poggio all'Oro Riserva 2012
890,00 € IVA inclusa
148,33 € / Unità
RP
91
Donatella Cinelli Colombini : Casato Prime Donne IOsonoDONATELLA Riserva 2012
1.010,00 € IVA inclusa
168,33 € / Unità
RP
92
JS
96
WS
94
San Felice : Campogiovanni Il Quercione Riserva 2010
490,00 € IVA inclusa
81,67 € / Unità
RP
92
JS
94
WS
90
Frescobaldi - Tenuta Castelgiocondo : Ripe al Convento 2014
675,00 € IVA inclusa
112,50 € / Unità
RP
94
WS
97
Altesino : Riserva 2013
545,00 € IVA inclusa
90,83 € / Unità
RP
95
JS
94
WS
97
Altesino : Riserva 2015
555,00 € IVA inclusa
92,50 € / Unità
Donatella Cinelli Colombini : Casato Prime Donne IOsonoDONATELLA Riserva 2015
1.155,00 € IVA inclusa
192,50 € / Unità

Brunello di Montalcino, tutta l’eccellenza della Toscana

Prima DOCG italiana in assoluto, il Brunello di Montalcino ha conquistato in poco tempo i palati degli intenditori di tutto il mondo. Fine, elegante, voluttuoso, affascinante… venite a scoprire tutte le sfumature di questo vino d’eccezione.

La nascita del Re del Sangiovese

Il Brunello di Montalcino DOCG, insieme al Barolo DOCG, è sicuramente il vino italiano più longevo. Il suo territorio di produzione comprende la zona del comune di Montalcino, in provincia di Siena, in Toscana. Nonostante le recenti origini ufficiali, le prime testimonianze della qualità dei vini prodotti in questo territorio risalgono al Medioevo.

Fino alla seconda metà del XIX secolo, il vino più rinomato della zona era il cosiddetto Moscadello di Montalcino, un vino bianco particolarmente dolce. Fu il farmacista Clemente Santi a lanciarsi nella vinificazione in purezza del vitigno Sangiovese. Per i suoi esperimenti Santi scelse il Sangiovese Grosso, così chiamato per lo spessore della sua buccia contenente la maggior parte delle sostanze caratteristiche del vino. Questa varietà di uva era localmente conosciuta come “Brunello” per via del colore particolarmente scuro degli acini.

 

l’uva sangiovese
© Mirco Taliercio

 

Il primo riconoscimento ufficiale in cui si menziona un vino chiamato Brunello risale al 1869 quando, in occasione della Fiera Agricola di Montepulciano, Clemente Santi vinse due medaglie d’argento per il suo vino, il Brunello, appunto.  Da quel momento in poi, il vino vinse svariati premi, spingendo numerose altre famiglie del territorio a lanciarsi nella sua produzione.

Nel 1885 Santi lasciò in eredità la sua tenuta al nipote Ferruccio Biondi Santi. Resosi conto della straordinaria qualità di questo vino possente ed armonico, Ferruccio si dedicò completamente ad onorare il sogno del nonno. L’importanza del suo ruolo nello sviluppo del nuovo vino fu tale che ne venne dichiarato il creatore ufficiale dal Ministero dell’Agricoltura nel 1932.

Sfortunatamente, all’inizio del XX secolo la produzione vitivinicola montalcinese subì una battuta d’arresto. La produzione del Brunello riprese solamente dopo la Seconda guerra mondiale, diventando in pochissimo tempo celebre a livello internazionale. Nel 1966 il vino rosso fu insignito della DOC, che divenne DOCG (Denominazione di Origine Controllata e Garantita) nel 1980.

L’ideale terroir collinare della Toscana

La zona di produzione del Brunello di Montalcino DOCG si estende per una superficie di 243,62 chilometri quadrati sulla collina di Montalcino. Questo piccolo comune situato a 40 km da Siena è racchiuso tra le valli dei fiumi Ombrone, Asso e Orcia, a circa 120 sul livello del mare.

Il terreno della collina di Montalcino è estremamente eterogeneo, in quanto creatosi durante diverse ere geologiche. Pertanto, a seconda della zona, il terroir è caratterizzato da arenarie, talvolta miste a calcare e galestro, oppure da argilla a tendenza sabbiosa.

 

Il vigneto del Brunello di Montalcino

 

Il clima di cui beneficiano le viti è di tipo mediterraneo prevalentemente asciutto con qualche influenza continentale, data dalla particolare posizione del territorio incastonato tra il mare e gli Appennini centrali. Sempre grazie alla posizione, le viti beneficiano di un vento costante ma leggero che permette di evitare la formazione di nebbia o gelate tardive.

La straordinaria qualità dei vini si deve sicuramente alle condizioni atmosferiche del territorio. Le temperature miti che accompagnano l’intero ciclo vegetativo assicurano una maturazione completa ma graduale dei grappoli, che possono così sviluppare tutta l’intensità che li contraddistingue.

I protagonisti della DOCG

Tra le numerose tenute viticole che hanno la fortuna di beneficiare di questo terroir d’eccezione, merita sicuramente una menzione d’onore Castello Banfi. Nato nel 1978 da un progetto dei fratelli italoamericani Harry e John Mariani, Banfi è a capo anche di altre proprietà nella zona del Chianti Classico, di Bolgheri e in Piemonte. I principi ispiratori dell’intera produzione vinicola solo il rispetto per il territorio e la volontà di esaltarne tutte le caratteristiche.

A concorrere alla celebrità di Castello Banfi vi è sicuramente Antinori Pian delle Vigne, che nel suo vitigno di 184 ettari si dedica esclusivamente alla vinificazione del Sangiovese, originando vini celebri per l’intensità aromatica, l’eleganza e la mineralità.

 

la tenuta
© Donatella Cinelli Colombini

 

Produttore di spicco del Brunello è sicuramente Donatella Cinelli Colombini, unica tenuta italiana ad essere gestita unicamente da donne in un ambiente prevalentemente maschile. Nominata miglior produttore italiano nel 2003 dall’associazione italiana sommelier, Donatella Cinelli Colombini produce vini dallo stile inconfondibile. Dopo un periodo di invecchiamento di almeno due anni in botti, essi vengono lascati decantare prima di proseguire con l’affinamento in bottiglia. Questo lungo processo di produzione permette ai vini di sviluppare l’intenso profilo aromatico, l’eleganza e il notevole potenziale di invecchiamento che li contraddistingue.

Altri produttori riconosciuti a livello internazionale sono San Felice, Casanova di Neri, Frescobaldi, Altesino e molti altri.

Brunello di Montalcino DOCG, un vino che sa aspettare

Il vino Brunello di Montalcino DOCG viene prodotto esclusivamente con uve Sangiovese, la cui resa massima è di 80 quintali per ettaro; la DOCG dispone infatti di una superficie vitata limitata. A contribuire in modo sostanziale alla spiccata tannicità di questo vino è la lunga macerazione delle bucce, solitamente di 20-30 giorni, responsabile inoltre del caratteristico colore scuro.

La parola chiave per la creazione di questo vino è “pazienza”. Il periodo minimo di invecchiamento in botti di rovere ammonta a due anni, seguiti da un affinamento in bottiglia di altri quattro mesi, che diventano sei per la tipologia “Riserva”.

 

le botti di Banfi
© Castello Banfi

 

Secondo l’apposito Disciplinare di Produzione, il Brunello non può essere immesso al consumo prima del 1° gennaio dell’anno successivo al termine di cinque anni dalla vendemmia, sei nel caso del “Riserva”. Proprio grazie a questo prolungato affinamento i tannini possenti e la densità di estratto vengono mitigati, trasformando il vino in uno dei più raffinati non solo d’Italia, ma del mondo intero.

Il Brunello di Montalcino si riconosce alla vista per il suo colore rosso rubino intenso tendente al granato con l’invecchiamento. L’intensità del colore si ritrova poi nel suo profumo, generalmente caratterizzato da sentori di sottobosco, vaniglia, frutti rossi e legno aromatico, mescolati tra loro in un armonico equilibrio. Al palato poi questo vino di grande struttura si presenta caldo e robusto, protraendosi a lungo su note sapide di felce e grafite. Decisamente uno dei più raffinati vini italiani.

Come servire il Brunello

Il Brunello di Montalcino DOCG si abbina perfettamente a piatti strutturati e di carattere come le carni rosse, ma anche a pietanze della cucina internazionale a base di carni o salse.  Ancora, abbinamenti possibili sono piatti a base di selvaggine, eventualmente accompagnate da funghi e tartufi, o formaggi strutturati come il pecorino toscano.

 

Abbinamento enogastronomico
© San Felice

 

Trattandosi di un vino particolarmente nobile e prezioso, è di fondamentale importanza conservarlo in cantina nel modo corretto. La bottiglia deve riposare orizzontalmente almeno per qualche settimana prima di essere aperta. Nel caso in cui si tratti di vini d’annata particolarmente giovani, al massimo 10-15 anni, è consigliata la decantazione. Se il Brunello ha più di 20 anni, la decantazione è sconsigliata poiché la conseguente ossigenazione potrebbe danneggiare il delicato bouquet.

Per mettere in risalto tutte le sue sfumature, si consiglia di servirlo in calici dalla forma ampia, preferibilmente di cristallo, per permettergli di respirare. La temperatura di servizio ideale è compresa tra i 18 e i 22°C.

Consegna attenta nel packaging originale Consegna standard
Consigli personalizzati 800 781 725
Pagamento sicuro al 100%
Provenienza garantita Vini acquistati direttamente presso le proprietà
Qualità del servizio
4.68/5
Carte di pagamento
Località/regione, valuta e lingua
ItaliaItalia, EUR
Millésima
Seguiteci
Servizio Clienti
  • Carta regalo
  • Catalogo
Guida dei primeurs
  • Tutti i vini in primeurs
  • Perché comprare En Primeurs?
  • FAQ Primeurs
  • L'annata 2019 a Bordeaux
  • L'annata 2020 a Bordeaux
  • L'annata 2021 a Bordeaux
1.9.0