SUA MAESTÀ
LA FRUTTA

Dom Pérignon è solo millesimato.

Perché ogni annata svela un frutto,
un rischio, una visione.
Il rosé crea fermento tra Chardonnay e
Pinot Noir, tra ostentazione e moderazione.
Oggi, dopo la lunga attesa della
maturazione attiva, Dom Pérignon ne
rivela il carattere unico.


DUEMILASEI

Un'annata di contrasti, che ruba
la scena dopo dieci anni assolati.
Luglio è caldissimo,
agosto fresco e umido.
Quasi estivo, settembre dona
al millesimato una maturità regale.
Accattivante, generoso, indomito: il millesimato
ci rende partecipi di un impeto magnetico,
dopo tredici anni di maturazione nelle cantine.


Aggiungi al carrello

IMMAGINA

Un'onda avvolgente di spezie e di cacao.
Un frutto generoso, mai scontato.
Aromi di arancia candita, di fico
e di albicocche cotte.
Un sentore di accenti affumicati.
L’ampiezza del vino si esalta.
L’intensità vibra.
La succulenza risuona morbida e croccante.
Il bouquet è avvincente,
maturo e profondo.
Fino alla sorpresa iodata finale.


CREA

Fai risuonare la potenza e la struttura di

Dom Pérignon Rosé Vintage 2006

con una cucina
tradizionale dell'Europa meridionale,
semplice e autentica.
Esaltane ricchezza e complessità
con la carne aromatica e succosa
di un San Daniele o una bresaola alle spezie.
Accosta l'esuberanza di questo millesimato
alla personalità decisa di un risotto
alla 'nduja e stracciatella.