TrustMark
4.7/5

Vini Grandi Formati

...Mostra di più

Prodotti (1294)
RP
90
JS
92
RG
17
Château Haut-Marbuzet 2015
271 € IVA inclusa
271 € / Unità
RP
86
JS
92
WS
90
Domaine de la Solitude 2016
142 € IVA inclusa
142 € / Unità
RP
90
JS
96
WS
89-92
Château La Lagune 2010
3e cru classé -  - - Rosso
920 € IVA inclusa
920 € / Unità
RP
86
JS
92
WS
87
Château Meyney 2015
221 € IVA inclusa
221 € / Unità
RP
92
JS
93
WS
87-90
Vini Biologici
Château La Lagune 2014
3e cru classé -  - - Rosso
713 € IVA inclusa
713 € / Unità
RP
87-89
JR
15.5
GV
91
Château Peyrabon 2016
Cru bourgeois -  - - Rosso
105 € IVA inclusa
105 € / Unità
JS
88
WS
88
RG
16
Château Peyrabon 2009
Cru bourgeois -  - - Rosso
281 € IVA inclusa
281 € / Unità
RP
91-93
JS
91
JR
16.5
Château Fonréaud 2016
Cru bourgeois -  - - Rosso
119 € IVA inclusa
119 € / Unità
RP
87
Château de Sales 2015
188 € IVA inclusa
188 € / Unità
BD
14
WS
87
RVF
14.5
Château Peyrabon 2011
180 € IVA inclusa
180 € / Unità
RP
89-91
JR
16
GV
85-87
Château Peyrabon 2015
113 € IVA inclusa
113 € / Unità
RP
88
JS
91
WS
90
Château Grand-Puy Ducasse 2014
261 € IVA inclusa
261 € / Unità
RP
83
JS
92
JR
16+
Château Citran 2015
125 € IVA inclusa
125 € / Unità
RP
91
JS
94
WS
93
Château Gloria 2015
275 € IVA inclusa
275 € / Unità
RP
87
JS
92
WS
88
Château Ormes de Pez 2012
948 € IVA inclusa
948 € / Unità
RP
88-90
JS
96
WS
92
Château Prieuré-Lichine 2015
290 € IVA inclusa
290 € / Unità
RG
15
Château de Sales 2014
159 € IVA inclusa
159 € / Unità
RP
87
JS
93
RG
18
Vini Biologici
Château La Lagune 2015
3e cru classé -  - - Rosso
336 € IVA inclusa
336 € / Unità
RP
90
JS
86
WS
90
Château Brillette 2010
Cru bourgeois -  - - Rosso
305 € IVA inclusa
305 € / Unità
JS
90
JR
16+
GV
88-90
Château Peyrabon 2018
Cru bourgeois supérieur -  - - Rosso
94 € IVA inclusa
94 € / Unità
RP
88
JS
92
JR
16
Château Citran 2016
132 € IVA inclusa
132 € / Unità
RP
90-92
JS
92
WS
88
Château Grand-Puy Ducasse 2015
271 € IVA inclusa
271 € / Unità
RP
91
JS
94
WS
93
Château La Gaffelière 2014
1er grand cru classé "B" -  - - Rosso
775 € IVA inclusa
775 € / Unità
RP
90
JS
92
JR
15.5
Vini Biologici
Château de La Dauphine 2016
142 € IVA inclusa
142 € / Unità
RP
86-88?
JS
95
RG
16
Château Rauzan-Gassies 2015
2e cru classé -  - - Rosso
606 € IVA inclusa
606 € / Unità
RP
91+
JS
92
WS
93
Château Saint-Pierre 2015
390 € IVA inclusa
390 € / Unità
RP
89
JS
92
BD
16.5
Château La Lagune 2011
3e cru classé -  - - Rosso
440 € IVA inclusa
440 € / Unità
RP
94
JS
95
WS
92
Château Lascombes 2015
2e cru classé -  - - Rosso
536 € IVA inclusa
536 € / Unità
RP
88
JS
90
WS
88
Château Fayat 2014
396 € IVA inclusa
396 € / Unità
RP
92
JS
94
WS
91
Château Malartic-Lagravière 2014
584 € IVA inclusa
584 € / Unità
RP
88
JS
91
WS
89
Château de Sales 2016
196 € IVA inclusa
196 € / Unità
RP
88
JS
89-90
WS
89
Château Montlandrie 2012
140 € IVA inclusa
140 € / Unità
RP
88
JS
94
WS
90
Château Cantemerle 2014
5e cru classé -  - - Rosso
196 € IVA inclusa
196 € / Unità
RP
91+
JS
96
WS
92
Château Grand-Puy-Lacoste 2015
484 € IVA inclusa
484 € / Unità
WS
87
GV
83-85
Château Peyrabon 2017
Cru bourgeois -  - - Rosso
90 € IVA inclusa
90 € / Unità
RP
88-90
JS
91
WS
89
Château Fayat 2015
459 € IVA inclusa
459 € / Unità
RP
91+
JS
94-95
WS
91
Château Lynch-Moussas 2019
5e cru classé -  - - Rosso
211 € IVA inclusa
211 € / Unità
RG
14
RVF
14.5
Château Peyrabon 2006
Cru bourgeois -  - - Rosso
211 € IVA inclusa
211 € / Unità
RP
91
JS
94
WS
93
Château Meyney 2019
175 € IVA inclusa
175 € / Unità
RP
94
JS
94-95
JR
16.5++
Vini Biologici
Château La Lagune 2019
3e cru classé -  - - Rosso
240 € IVA inclusa
240 € / Unità
RP
93
JS
95-96
WS
93
Château La Dominique 2015
Grand cru classé -  - - Rosso
346 € IVA inclusa
346 € / Unità
RP
93
JS
94
WS
91
Château Lagrange 2015
3e cru classé -  - - Rosso
509 € IVA inclusa
509 € / Unità
RP
90+
JS
94
WS
89
Château Phélan Ségur 2015
296 € IVA inclusa
296 € / Unità
RP
87
JS
91
WS
90
Vini Biologici
Château Mazeyres 2015
198 € IVA inclusa
198 € / Unità
RP
89
JR
14.5
GV
89
Château Peyrabon 2014
Cru bourgeois -  - - Rosso
100 € IVA inclusa
100 € / Unità
Prezzo
minus
Offerta speciale
minus
Colore
plus
Annata
plus
Produttore
plus
Bottiglia
plus
Uva
plus
Dolcezza
plus
Classificazione
plus
Approccio ambientale
plus
Regione
plus
Denominazione
plus
Disponibile nel nostro stock
plus

Vini grandi formati: cosa cambia da una bottiglia all’altra?

Grandi formati e grandi vini sono un binomio perfetto. Nel tempo nascono bottiglie di mille tipi, design, colori e… dimensioni! Dalla minuscola bottiglietta monoporzione fino agli impressionanti contenitori di dimensioni pantagrueliche: la gamma è davvero vasta.

vini grandi formati, bottiglie, vino

Tante regioni di origine, tanti design diversi

La bottiglia di vetro, a lungo evitata per il trasporto del vino, con l’evoluzione dell’arte vetraia, diventa più robusta a partire dalla metà del XVII secolo. In Francia sarà l’editto reale del 25 maggio 1728 a consentire il trasporto del vino in bottiglia, ciò che giova enormemente, fra l’altro, al successo e alla diffusione dello champagne, che per sua natura non poteva essere trasportato in botte.

Conosciamo tutti il tipico formato della bottiglia di vino, quello da 0,75 l e probabilmente il primo che viene in mente è quello bordolese, dritto e dalla spalla ben pronunciata. Questa particolarità risulta utile a impedire la fuoriuscita del deposito che si forma non di rado nei vini di questa regione, poiché vengono in genere sottoposti a lunghi invecchiamenti.

 

vini grandi formati
© Millésima

 

Con la stessa capacità, esistono anche altre bottiglie – e le più celebri sono tutte di origine francese. Come la borgognona, o borgognotta, dalla spalla un po’ più slanciata, la più diffusa dopo la bordolese. O la champagnotta, o sciampagnotta, panciuta, collo slanciato e vetro spesso, capace di sopportare la pressione di 6 atmosfere che viene a formarsi dentro la bottiglia durante la presa di spuma. Un’altra bottiglia francese molto riconoscibile è l’alsaziana, lunga e slanciata, non ha spalla poiché i vini della regione generalmente non formano alcun deposito.

Ne esistono in effetti di tutti i formati e colori, l’elenco sarebbe lungo, ma citiamone almeno una italiana: l’albeisa. Trae il suo nome dalla città di Alba, assomiglia alla borgognotta, è la tipica bottiglia dei vini di langa, come Barolo, Barbera e Dolcetto. Nasce nel XVIII secolo proprio per contraddistinguere i vini tradizionali della zona.

 

Da 1 a 240 bicchieri: più grande è la festa, più grande è il formato

Avete presente la bottiglietta di vino che viene servita sugli aerei, quella da 20 cl? Ebbene si chiama “quarto”. Oppure lo champagne che viene stappato alle gare di Formula 1 e al Motomondiale? Quello è un contenitore da 3 l e si chiama “jéroboam”. Ogni formato ha il suo nome e le due regioni che più fanno uso di bottiglie di grandi dimensioni sono sicuramente Bordeaux e la Champagne.

 

vini grandi formati
© La Croix Ducru-Beaucaillou

 

Ecco, rapidamente, una lista dei formati più diffusi e dei loro nomi. Si noterà subito che sono tutti multipli, o sottomultipli, della bottiglia considerata standard, da 0,75 l. Se si conta inoltre che da una bottiglia normale si versano 6 bicchieri, da una magnum se ne versano 12 e via dicendo.

 

Bordeaux - Champagne

•    37,5 cl (1/2 bottiglia): fillette - mezza-bottiglia
•    75 c: frontignan - bottiglia
•    1,5 litri (2 bottiglie): magnum - magnum
•    2,25 litri (3 bottiglie): marie-jeanne - /
•    3 litri (4 bottiglie): double-magnum - jéroboam
•    4,5 litri (6 bottiglie): jéroboam - /
•    5 litri (>6 bottiglie): / - réhoboam
•    6 litri (8 bottiglie): impériale - mathusalem
•    9 litri (12 bottiglie): salmanazar - salmanazar
•    12 litri (16 bottiglie): balthazar - balthazar
•    15 litri (20 bottiglie): nabuchodonosor - nabuchodonosor
•    18 litri (24 bottiglie): melchior - salomon

 

Molti nomi, come si vede, rimangono gli stessi in entrambe le regioni, come il magnum per esempio, il grande formato più diffuso. Altri invece cambiano tra il bordolese e lo champenois (attenzione al jéroboam, stesso nome per due bottiglie diverse). I grandi formati hanno nomi altisonanti, che traggono per la maggior parte la loro origine dai grandi re dell’Antico Testamento. Sono d’altronde bottiglie destinate alle grandi occasioni, i cui nomi sono stati scelti proprio in funzione dell’importanza dei personaggi che li hanno portati.

Se quelle elencate sono le dimensioni più diffuse non significa che siano le uniche. Esistono infatti anche bottiglie superiori ai 20 l. Mastodontici e decisamente poco pratici, sono rari oggetti da collezione per i grandi appassionati. La bottiglia da 26,25 l, la souverain, è stata commercializzata dalla maison di champagne Taittinger. Equivale a 35 bottiglie ed è l’unica casa a produrla. La primat, 27 l per un equivalente di ben 36 sciampagnotte e 216 bicchieri, è stata creata dalla maison Drappier. Infine, il formato più grande in assoluto, creato sempre da Drappier, è l’imponente melchizédec. Con 30 l di capienza, equivalenti a 40 bottiglie e 240 bicchieri, questa bottiglia supera il metro di statura!

 

Perché scegliere una bottiglia di grande formato?

Queste bottiglie giganti non sono soltanto degli status symbol. Certo, il collezionismo di grandi appassionati gioca la sua parte, ma ci sono ben altre ragioni per cui una grande bottiglia può dare grandi soddisfazioni.

 

vini grandi formati
© Millésima

 

Il vino che riposa in una bottiglia più grande del normale offre al contatto con l’ossigeno una superficie relativamente minore. Infatti se la circonferenza del collo resta più o meno sempre la stessa – e quindi la superficie di vino a contatto con l’aria che si trova tra il liquido e il tappo – la capacità della bottiglia cambia. Di conseguenza, in proporzione, il vino si ossida molto di meno. Il potenziale d’invecchiamento aumenta in funzione della taglia del contenitore. I calcoli sono molto semplici da fare: il tempo d’invecchiamento raddoppia per la magnum, quadruplica per la double-magnum/jéroboam, e così via.

Va specificato che, per quanto riguarda gli champagne solo la demi-bouteille, la bottiglia da 0,75 l e la magnum vengono utilizzate per la seconda fermentazione.

 

vini grandi formati
© Millésima

 

Una bottiglia di grande formato trae vantaggio da un’apertura di un paio d’ore precedente al momento della degustazione. Non vale inoltre la pena aprire un grande formato troppo giovane: così come il potenziale d’invecchiamento aumenta, si dilata allo stesso modo la velocità con cui il vino matura. Si rischia di rimanere delusi, quando invece bere un calice di champagne proveniente da una bottiglia magnum a un matrimonio, un’occasione mondana o un semplice ritrovo di tutta la famiglia, può rappresentare un momento di pura convivialità e piacevolezza.

 

Millésima e i vini in grandi formati

Millésima, dal canto suo, possiede una collezione di vini in grandi formati molto vasta. Nella cantina storica dell’azienda, in una sala della sua vinoteca che prende il nome di Bibliothèque Impériale, custoditi da una biblioteca dalle eleganti finiture in legno, lo sguardo si perde nelle più di 12.500 bottiglie in grandi formati!

Solo il meglio della loro produzione delle proprietà accede alla grande bottiglia e, a volte delle cuvée particolarmente prestigiose o in edizione limitata, vengono imbottigliate esclusivamente in grandi formati. È per questo che Millésima fa un punto d’onore nella sua collezione.

 

vini grandi formati
© Frescobaldi - Tenuta Luce della Vite

 

Tutte le più grandi maison della Champagne propongono magnum e bottiglie ancor più grandi: Veuve Clicquot, Moet & Chandon, Bollinger, Deutz, Taittinger, Dom Pérignon, Krug, Louis Roederer, Billecart-Salmon, Philipponnat, Ruinart… Dal magnum al jéroboam, troviamo tanti Bordeaux che fanno ampio uso dei grandi formati e tanti châteaux propongono i loro migliori vini in bottiglie adatte ai grandi ricevimenti: Château La Mission Haut-Brion, Château Ausone, Château Margaux, Château Lafite-Rothschild, Château Cheval Blanc, Château Angélus… e perfino il quasi dimenticato formato della marie-jeanne è stato recentemente ripreso da Château Les Carmes Haut-Brion. Anche fra i grandi vini rossi della Toscana, dal Chianti Classico ai Super Tuscan, sono molte le proprietà che decidono di produrre dei formati magnum: Tenuta Tignanello e Guado al Tasso della famiglia Antinori, Le Macchiole, Grattamacco

Nulla di meglio, insomma, che una bella occasione in cui tutta la famiglia è riunita o in compagnia di tanti amici, per mettere in tavola un paio di magnum e deliziare i propri convitati con un formato spettacolare.

Consegna attenta nel packaging originale Consegna standard
Consigli personalizzati 800 781 725
Pagamento sicuro al 100%
Provenienza garantita Vini acquistati direttamente presso le proprietà
Qualità del servizio
4.7/5
Carte di pagamento
Località/regione, valuta e lingua
ItaliaItalia, EUR
Millésima
  • Chi siamo?
  • Lavora con noi
Seguiteci
Servizio Clienti
  • Carta regalo
  • Catalogo
Guida dei primeurs
  • Tutti i vini in primeurs
  • Perché comprare En Primeurs?
  • FAQ Primeurs
  • L'annata 2019 a Bordeaux
  • L'annata 2020 a Bordeaux
  • L'annata 2021 a Bordeaux
1.9.0